Attenzione alle portiere!

Un video realizzato per la campagna “A ciascuno il suo”

Advertisements
Posted in Senza categoria | Leave a comment

L’Italia cambia strada. Il 4 maggio 2013 a Milano la manifestazione per la Mobilità Nuova

pppIn Emilia Romagna il 60% dei residenti vive a meno di 2 km da una stazione ferroviaria. La conformazione pianeggiante e la sua ricca realtà economica e sociale la candiderebbe ad essere Regione all’avanguardia nel trasporto pubblico intermodale treno+bici, soprattutto in quegli spostamenti casa-lavoro (ora basati sull’auto privata) che costano tanto alla collettività emiliano-romagnola in termini di spesa, qualità della vita ed efficienza.
Invece, in controtendenza con quanto avviene nel resto d’Europa, nella Carta dei Servizi 2012 della regione Emilia-romagnola la possibilità di portare una bici a bordo sul un treno regionale passa dall’85% al 45%, sebbene le condizioni di accessibilità, stabilità e sicurezza dei vagoni regionali non siano cambiate.
I 12 nuovi convogli ETR 350 con 18 posti bici presentati dalla Regione 6 mesi fa non vengono fatti circolare. Alcuni tratti ferroviari di grande importanza per lo sviluppo turistico della regione, come il tratto Bologna-Porretta terme, sono completamente esclusi dal servizio.
Per queste ragioni la Consulta della Bicicletta di Bologna e Provincia sarà a Milano il 4 maggio, per portare all’attenzione di tutti il grave errore e disservizio che si sta portando avanti nella nostra Regione, con effetti negativi sullo sviluppo e sulla qualità della vita garantiti dal modello di trasporti intermodali della Mobilità Nuova.
Per queste ragioni invitiamo tutta la collettività delle associazioni e dei cittadini dell’Emilia Romagna a reagire e a farsi sentire a livello nazionale partecipando con noi alla grande mobilitazione del 4 maggio.
***
Il sito della manifestazione per la Mobilità Nuova:
***
Puoi partecipare alla manifestazione di Milano il 4 maggio insieme con il gruppo in partenza da Bologna:  http://mobilitanuova.eventbrite.it/
Posted in Senza categoria | Leave a comment

La Consulta diventa ufficiale!

Il Consiglio comunale di Bologna ha deciso di ufficializzare la Consulta per la bicicletta dopo un lungo dibattito consiliare (e le solite polemiche). Come per le altre consulte cittadine anche la neonata Consulta per la bici verrà regolarmente convocata per fornire un supporto al Comune sulle politiche di mobilità sostenibile. Anzi, citando testualmente, per “il sostegno e il confronto stabile con l’Amministrazione nella definizione degli indirizzi sulle tematiche della mobilità ciclabile, la promozione dell’utilizzo della bicicletta e il sostegno alle politiche attive per la mobilità ciclabile, la valorizzazione dell’esperienza e le competenze delle associazioni interessate alla promozione e allo sviluppo della mobilità ciclabile.” La prima riunione ufficiale del nuovo organo consultivo, alla presenza delle associazioni cittadine e metropolitane che a vario titolo si interessano di mobilità ciclabile, deve essere ancora convocata. In ogni caso nell’occasione verrà eletto il primo presidente della Consulta. Prepariamo le candidature!

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Il Comune ritorna sui suoi passi: consentita la circolazione dei mezzi a due ruote sulla neve

Dopo i rilievi espressi dalla Consulta sull’ordinanza neve, il Comune di Bologna ha revocato il divieto di circolazione dei veicoli a due ruote in caso di neve o ghiaccio. Ecco il testo della modifica della delibera.

A seguito dell’emanazione dell’ordinanza neve, sono stati evidenziati al Comune, da alcune associazioni e imprese, pubbliche e private, i rilevanti problemi che un’estensione generalizzata del divieto di circolazione in caso di neve ai mezzi a due ruote comporta, tra l’altro, per l’operatività di servizi postali e di recapito, talora di natura universale.
Da una ricognizione successivamente effettuata, è risultato inoltre che vi sono sia all’estero sia in Italia numerose città, anche situate ad altitudini o latitudini maggiori e dunque interessate di norma da rilevanti fenomeni nevosi (come ad esempio Bolzano), in cui il divieto di circolazione è limitato ai soli autoveicoli.
Alla luce di ciò, l’Amministrazione comunale ha ritenuto opportuno modificare parzialmente l’ordinanza precedente, stabilendo di circoscrivere il divieto in questione ai soli veicoli a quattro ruote, salvo sempre l’uso di gomme termiche o catene, ed escludendo invece dalle limitazioni le biciclette, i ciclomotori e i motocicli.

Resta naturalmente fermo che, in ogni caso, i conducenti dei veicoli a due ruote sono tenuti, sotto la propria responsabilità, ad adottare una condotta prudente e a rispettare tutti i divieti e gli obblighi di comportamento comunque previsti dal Codice della Strada in caso di precipitazioni o di scarsa visibilità, a tutela della loro stessa incolumità, quali, a titolo meramente esemplificativo, rallentare o sospendere la marcia qualora le condizioni della carreggiata o del veicolo non consentano in concreto una circolazione sicura.

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Bologna e Londra in bici: una videoinchiesta di Caterina Monzani

Caterina Monzani, videoreporter e regista bolognese residente a Londra, ha messo a confronto due città molto diverse fra loro ma accomunate da uno sforzo di rinnovamento teso a rafforzare la mobilità sostenibile. L’inchiesta sottolinea le enormi difficoltà esistenti e le resistenze al cambiamento che hanno fino ad ora penalizzato le due città, ma anche i progressi che si stanno lentamente affermando. 

http://www.pubblicobene.it/pitches/22-bologna-londra-in-bici/story

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Salvaiciclisti fa il suo ingresso in Consulta

La Consulta della Bicicletta ha cooptato il movimento Salvaiciclisti, il cui gruppo di Bologna si è distinto negli ultimi mesi con iniziative di sensibilizzazione e con l’inaugurazione della Bike Square (piazzetta San Giuseppe), luogo di incontro e di dialogo sulla mobilità ciclistica. Rappresentante di Salvaiciclisti presso la Consulta sarà Gilberto Di Maccio.
La Consulta ha incontrato recentemente l’assessore comunale Malagoli per chiedere una modifica della recente ordinanza che vieta la circolazione delle biciclette in caso di neve o ghiaccio. L’assessore ha promesso che riunirà un tavolo di esperti per valutare le osservazioni della Consulta.
Infine, la Consulta, inseme con rappresentanti di FIAB Bologna – Monte Sole Bike Group e con i responsabili nazionali FIAB del servizio bici-treno e della rete Bicitalia, incontrerà prossimamente l’assessore regionale Peri in merito ai problemi del trasporto intermodale treno+bici. L’obiettivo è quello di ritornare ad una percentuale dell’85% dei treni regionali accessibili al trasporto bici, percentuale che nell’ultimo anno è stata dimezzata.

Posted in Senza categoria | Leave a comment

La Consulta della bicicletta entra in Comune

“A Bologna negli ultimi due anni i ciclisti sono cresciuti del 21%”. A segnalarlo e’ Andrea Colombo, assessore comunale alla Mobilita’, che cita dati della Facolta’ di Ingegneria ottenuti attraverso un rilevamento compiuto dal 2009 al 2011. Un trend che l’ assessore ‘ traduce’ cosi’: “La bicicletta e’ ogni giorno di piu’ un mezzo di trasporto normale per i bolognesi, che la usano in numero crescente non solo per i momenti di svago, ma anche per andare quotidianamente al lavoro”.
E ora si profila anche la nascita di un organismo di rappresentanza ad hoc per chi si sposta sulle due ruote a pedali. Oggi in commissione a Palazzo D’ Accursio, infatti, Colombo ha aperto alla proposta presentata da Sergio Lo Giudice, capogruppo Pd in Comune, di dar vita ad una Consulta comunale della bicicletta. Al momento, le associazioni di ciclisti sono raccolte in un omonimo organismo informale. Ma di cose da fare ce ne sono parecchie perche’ Bologna sia sempre di piu’ una citta’ a misura di ciclisti.
“A Bologna i servizi per la mobilita’ ciclistica sono gia’ tanti, bisognerebbe farli conoscere di piu'”, dice Colombo citando alcune delle iniziative ideate in citta’, come la possibilita’ di marchiatura dei telai, gli incentivi per i mezzi a pedalata assistita o le aste di bici usate per scoraggiare l’ acquisto di quelle rubate.Il Comune poi lavora ad una struttura ad “anelli concentrici” della rete ciclabile: a zone a ‘ciclabilita’ diffusa’ come il centro, in cui si cerca di ridurre il numero di auto e la velocita’ dei mezzi con Ztl e pedonalizzazioni, si affianchera’ la cosiddetta ‘ tangenziale della bici’ lungo i viali di circonvallazione. In periferia, le cosiddette “dorsali ciclabili” di via Mazzini, via Sabotino e la recente aggiunta di via San Donato servono a collegare il centro ai quartieri piu’ distanti. E fuori citta’? “Oltre ai confini del Comune, in un’ ottica di citta’ metropolitana, bisognera’ unire le ciclabili dei comuni vicini con quelle di Bologna, in modo da ampliare la rete”.
Benedice l’ idea della Consulta e la ricucitura delle ciclabili tra citta’ e periferie, anche fuori Comune, Bibi Bellini, portavoce del coordinamento informale Consulta della bicicletta. “Adesso le associazioni di ciclisti sono sentite ‘ per buona grazia’, solo se l’ amministrazione lo desidera- dice Bellini- mentre l’ istituzione di un organismo stabile renderebbe obbligatorio discutere le politiche di mobilita’ ciclabile con i diretti interessati”. L’ assessore cita in proposito l’ esperienza dei laboratori di progettazione condivisa cui hanno partecipato cittadini ed associazioni, disegnando assieme all’ amministrazione il percorso della ‘ tangenziale della bici’: “E’ stato utile per far capire ai tecnici le esigenze dei ciclisti, e a chi la bici la usa quotidianamente i vincoli amministrativi e di bilancio entro cui devono operare i tecnici”.
La Consulta non piace invece al Pdl che chiede i costi e garanzie sull’ ingresso di nuove associazioni. “Il Pd cerca di mettere il cappello all’ ottimo lavoro svolto dalle associazioni private di ciclisti”, teme il berlusconiano Daniele Carella.
(Eca/ Dire)
15:45 18-10-12

Posted in Senza categoria | Leave a comment